La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

venerdì 27 maggio 2011

esalerei lo spirito mio sulle labbra sue, fino a morirne d'una felicità che non ha nome


Deh, s'io potessi vivere fin d'oggi, 
domani e sempre, tra le sole braccia 
dell'uomo amato, e s'egli mi dicesse 
stringendomi al suo petto: "O amica cara, 

amiamoci fra noi, ben soddisfatti 
l'uno dell'altra, senza che più nulla 
possa in vita dividerci"; se, al colmo 
del possesso fra noi, mentre lo tengo 

stretto al pari dell'edera e del fusto, 
la morte invidiosa ci strappasse, 
l'uno all'altra, per sempre, allora, al colmo 

dei nostri amplessi, esalerei lo spirito 
mio sulle labbra sue, fino a morirne 
d'una felicità che non ha nome.

Louise Labé


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...