La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

giovedì 2 giugno 2011

sono la tua legge di gravità capovolta

C'è una furia piccola dentro
ai tuoi denti e mi cerchi dove
mi cresco bambina

Non è niente di serio, dici
e sparpagli pietre, zucchero e ambra
su di me, come un marinaio
tornato dalla Cina.

Siamo inchiodati nei piedi e nelle mani
dentro questa estate
- l'entrata è ghiacciata nel gradino.
Cancelli piano tutti i sorrisi come
un gioco preso dal mare.

Nessuno verrà a liberarci.
Mi riconosci?
sono la tua legge di gravità          
capovolta  
un destino sottile. 
Gabriela Fantato


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...