La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

giovedì 28 luglio 2011

in modo tale che per ogni parte di una delle strutture ci sia una parte corrispondente nell’altra struttur

Si parla di “isomorfismo” quando due strutture complesse si possono applicare l’una all’altra, in modo tale che per ogni parte di una delle strutture ci sia una parte corrispondente nell’altra struttura; in questo contesto diciamo che due parti sono “corrispondenti” se hanno un ruolo simile nelle rispettive strutture. Questo uso del termine “isomorfismo” si basa su un concetto matematico più preciso.
Quando un matematico scopre un isomorfismo tra due strutture note è felice. Spesso si tratta di un “fulmine a ciel sereno”, che provoca stupore. Riconoscere un isomorfismo tra due strutture note fa compiere un notevole passo avanti nella conoscenza; io sostengo che la percezione di isomorfismi è ciò che crea i significati nella mente umana.



Douglas R. Hofstadter


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...