La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

lunedì 20 giugno 2011

dove il corpo s'arrende alla bellezza in un intimo vuoto

Non c'è passaggio
e nessuno attraversa
gli architravi di luce e di colori,
quando la rosa si schiude,
ché invisibili sono i paradisi
dove uccelli invisibili
i canti melodiosi del silenzio
nel buio offrono all'aria,
più in là del fiore, dove mai
può presentarsi un'anima vestita,
dove il corpo s'arrende alla bellezza
in un intimo vuoto.

Manuel Altolaguirre




Ho afferrato un filo di vento, c'era attaccata una stella filante

Ti ho rivisto,
il fumo ti ha disegnato,
ti eri spogliato dell'involucro del bozzolo,
sostanza moribonda,
nient'altro che un sole tramontato,
al filo del tuo amore
si illuminò la notte,
che si alzò
come un'ala di rondine
che si spiega in volo.
Ho afferrato un filo di vento,
c'era attaccata una stella filante.

Nelly Sachs



ogni incontro sarà una sorgente

Raggiungimi perché il mio cuore è solo
sull’orizzonte del cielo;
vieni, canta
e dimmi:
Vivremo, ogni incontro sarà una sorgente

Zakiya Malallah



Poesia... sei tu!

"Che cos'è la poesia?", dici mentre fissi
la mia pupilla con la tua pupilla blu.
"Che cos'è la poesia? E tu me lo domandi?
Poesia... sei tu!

Gustavo Becquer




Ed essere il tuo là, il tuo alito sospeso

Quegli oggetti toccati dalle tue mani,
quello che pensi, dici, taci o sogni,
quei luoghi dove stai senza di me,
quello che desidero, quello che mi occorre.
Ed essere il tuo là, il tuo alito sospeso

Juan Vicente Piqueras

© Alessandro Scolaro

Vorrei che la mia anima ti fosse leggera

Vorrei che la mia anima ti fosse
leggera
come le estreme foglie
dei pioppi, che s’accendono di sole
in cima ai tronchi fasciati
di nebbia –
Vorrei condurti con le mie parole
per un deserto viale, segnato
d’esili ombre –
fino a una valle d’erboso silenzio,
al lago –
ove tinnisce per un fiato d’aria
il canneto
e le libellule si trastullano
con l’acqua non profonda –
Vorrei che la mia anima ti fosse
leggera,
che la mia poesia ti fosse un ponte,
sottile e saldo,
bianco –
sulle oscure voragini
della terra.

Antonia Pozzi




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...