La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

lunedì 18 luglio 2011

Amarti è sprofondare, è una foresta sfumante in cieli altissimi.

Lo spirito ha bisogno del finito
per incarnare slanci d'infinito.
Parlo con l'angelo, e le tue braccia d'uomo
soltanto lo traducono ai miei sensi.

Dove comincia l'ala? Dove nascono
musiche di tamburi di tempesta?
Amarti è sprofondare, è una foresta
sfumante in cieli altissimi.

Maria Luisa Spaziani



Questa strada ha un cuore?

DON JUAN:
“Tutto è solo una strada tra tantissime
possibili. Devi sempre tenere a mente
che una strada è solo una strada;
se senti che non dovresti seguirla,
non devi restare con essa a nessuna
condizione. Per raggiungere una chiarezza
del genere devi condurre una vita disciplinata.
Solo allora saprai che qualsiasi strada è solo
una strada e che non c’è nessun affronto,
a se stessi o agli altri, nel lasciarla andare
se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare.
Ma il tuo desiderio di insistere sulla strada o di abbandonarla deve essere libero dalla paura o dall’ambizione”.

“Ti avverto. Guarda ogni strada
attentamente e deliberatamente.
Mettila alla
prova tutte le volte che lo ritieni necessario.
Quindi poni a te stesso, e a te stesso soltanto,
una domanda. Questa è una domanda posta
solo da un uomo molto vecchio. Il mio benefattore
me l’ha detta una volta quando ero giovane,
e il mio sangue era troppo vigoroso perché la comprendessi. Ora la comprendo.
Ti dirò che cosa è: Questa strada ha un cuore?
Tutte le strade sono uguali; non portano da
alcuna parte. Sono strade che passano attraverso la boscaglia o che vanno nella boscaglia.
Nella mia vita posso dire di aver
percorso strade lunghe, molto lunghe,
ma io non sono da nessuna parte.
La domanda del mio benefattore ha adesso un significato.”Questa strada ha un cuore?
Se lo ha la strada è buona. Se non lo
ha non serve a niente. Entrambe le strade
non portano da alcuna parte, ma una
ha un cuore e l’altra no. Una porta un
viaggio lieto; finché la segui sei una sola
cosa con essa. L’altra ti farà
maledire la tua vita.
Una ti rende forte; l’altra
ti indebolisce”.

CARLOS CASTANEDA: “Ma come si fa a sapere quando un sentiero non ha un cuore, don Juan?”

DON JUAN: “Prima di inoltrarti in esso poniti la seguente domanda: Questa strada ha un cuore? Se la risposta è no, lo saprai, e allora dovrai scegliere un altro sentiero.”

CARLOS CASTANEDA: “Ma come faccio a capirlo?”

DON JUAN: “E’ una cosa che si sente. Il problema
è che nessuno si pone questa domanda, e quando un uomo si accorge di aver intrapreso una strada senza cuore, essa è pronta per ucciderlo.
Arrivati a quel punto, sono pochi quelli
che si fermano a riflettere e abbandonano la strada.”

CARLOS CASTANEDA: “Cosa devo fare per
formulare la domanda nel modo giusto, don Juan?”

DON JUAN: “Fallo e basta”.

CARLOS CASTANEDA: “Quello che vorrei
sapere è se esiste un metodo per non mentire
a se stessi credendo che la risposta
sia positiva quando in realtà non lo è.”

DON JUAN: “Perché dovresti mentire?”


CARLOS CASTANEDA: “Forse perché in
quel momento la strada sembra piacevole e
divertente”.

DON JUAN: “Sciocchezze. Una strada senza
cuore non è mai piacevole.
Devi lavorare duramente anche per intraprenderla. D’altra parte è facile seguire una strada che ha un cuore, perché amarla non ti costa fatica.”

Carlos Castaneda - Gli Insegnamenti di don Juan



io presi la meno percorsa, e quello ha fatto tutta la differenza

Due strade divergevano in un bosco giallo
e mi dispiaceva non poterle percorrere entrambe
ed essendo un solo viaggiatore, rimasi a lungo
a guardarne una fino a che potei
Poi presi l'altra, perché era altrettanto bella,
e aveva forse l’ aspetto migliore,
perché era erbosa e meno consumata;
Sebbene il passaggio le avesse rese
quasi simili
ed entrambe quella mattina erano lì uguali
con foglie che nessun passo aveva annerito.
Oh, misi da parte la prima per un altro giorno!
Pur sapendo come una strada porti ad un'altra,
dubitavo se mai sarei tornato indietro.
Lo racconterò con un sospiro
da qualche parte tra anni e anni:
due strade divergevano in un bosco, e io -
io presi la meno percorsa,
e quello ha fatto tutta la differenza.

Robert Frost


Una rosa mi tremava sul ciglio delle dita

Ci fu spazio nella mia carne per te,
per te solamente
che volevi l'amplesso dei miei giorni;
un lungo peregrinare segreto
d’amore in amore
di tempio in tempio.
Una rosa mi tremava
sul ciglio delle dita
come se fosse carta di un veliero
e finalmente mi rompesti
le acque squisite della vita.

Alda Merini


è la tua voce pioggia sola nel mio silenzio

La tua voce
in questo non potersene uscire le cose
dal mio sguardo
mi spossessano
fanno di me un vascello in un fiume di pietre
se non è la tua voce
pioggia sola nel mio silenzio di febbri
tu mi liberi gli occhi
e per favore
parlami
sempre

Alejandra Pizarnik


sono parole private che io ti dedico in pubblico

A cui devo la gioia palpitante
che tiene desti i miei sensi nella veglia,
e il ritmo che governa il riposo nel sonno,
il respiro comune
di due che si amano, e i corpi
profumano l’uno dell'altro,
che pensano uguali pensieri
e non hanno bisogno di parole
e si sussurrano uguali parole
che non hanno bisogno di significato.
L’ irritabile vento dell' inverno non potrà gelare
il rude sole del tropico non potra' mai disseccare le rose
nel giardino che è nostro ed è nostro soltanto,
ma questa dedica è scritta affinché altri la leggano:
sono parole private che io ti dedico in pubblico.

Thomas Stearns Eliot


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...