La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

giovedì 13 ottobre 2011

Seguo la musica che nasce dal tuo corpo

Seguo la musica che nasce dal tuo corpo,
tremuli seni, incedere di fianchi,
concavi echi per suoni convessi,
cantici solidi, udibili col tatto.
Il jazz voglioso di notti solitarie
dove la pioggia accorda le sue gocce.

Eugenio Montejo


L'Amore non ha fretta: vive nell'umido tepore dell'attesa, della presenza

L'Amore non fa rumore:
vibra ad un canto impercettibile
per le orecchie,
suona la musica
dell'anima.
L'Amore si nutre:
con sguardi,
con silenzi,
con piccole carezze.
L'Amore si ripara:
dall'invidia,
dalla ferocia,
dall'indifferenza.
L'Amore non ha fretta:
vive nell'umido tepore
dell'attesa,
della presenza.

Vincent Navire


E so che non ho più bisogno di sognare

Amore mio, tu hai il sogno di un amore:
dolcezza, forza, comprensione,
tutto in una donna sola.
Sono dolce, se non ti nascondi
Sono forte, se non mi stanchi
So comprendere, se mi spieghi
Anch'io ho un sogno d'amore:
dolcezza, forza e comprensione
tutto in un uomo solo.
Sei dolce, se non mi arrabbio
Sei forte, se non intestardisco a far da sola
Sai comprendere, se ti spiego
Ho paura di non essere io
il tuo sogno d'amore,
e tu hai paura di non essere il mio.
Ma, quando non ci sei:
vedo le pieghe sul viso,
ascolto la tua voce calda che ride
con la mia,
sento la tua carezza leggera,
e pulsare il tuo cuore col mio.
E so che
non ho più bisogno di sognare.

Vincent Navire


Cieli inondati di profuse stelle splendono sull’affanno

Cieli inondati di profuse stelle
splendono sull’affanno. Volgi in alto,
non tra i cuscini il pianto. Già da qui,
al bordo estremo del tuo volto in lacrime,
attorno a sé palpando,
inizia lo spazio del mondo
impetuoso. Chi potrà arrestare,
se è là che il flusso ti trascina,
la corrente? Nessuno. E fossi pure tu
a contrastare d’un tratto il corso poderoso
di quegli astri verso te. Respira.
Respira il buio della terra e ancora
alza lo sguardo. Ancora, lieve e senza volto,
dall’alto su di te si posa qualcosa di profondo,
il volto celato, dissolto nella notte
apre al tuo lo spazio.

Rainer Maria Rilke


Io sono un sognatore

Io sono un sognatore; ho vissuto così poco la vita reale che attimi come questi non posso non ripeterli nei sogni. 

F. Dostoevskij - Le notti bianche


Parole così dolci che la luna che andava trapelando dai rami mi si fermò alla bocca

Questa notte all'orecchio m'hai detto due parole.
Due parole stanche
d'esser dette. Parole
così vecchie da esser nuove.
Parole così dolci che la luna che andava
trapelando dai rami
mi si fermò alla bocca. Così dolci parole
che una formica passa sul mio collo e non oso
muovermi per cacciarla.
Così dolci parole
che, senza voler, dico: "Com'è bella la vita!"
Così dolci e miti
che il mio corpo è asperso di oli profumati.
Così dolci e belle
che, nervose, le dita
si levano al cielo sforbiciando.
Oh, le dita vorrebbero
recidere stelle.

Alfonsina Storni


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...