La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

venerdì 28 ottobre 2011

Le coprirei il tempo con rose

Le coprirei il tempo
con rose, perché non ricordasse.
Una rosa diversa,
d’imprevista magia,
sopra ogni ora solitaria d’oro
o d’ombra,
vuoto propizio alle memorie tragiche.
E come tra divine
e allegre
rampicanti scarlatte, rosa, bianche,
che non lasciassero spazio al passato,
le s’intrecciasse
con il corpo
l’anima.

Juan Ramón Jiménez


Il tuo tuttofinito Il mio ancoraqui

Ti allontani così in fretta
Lasciate da tempo le colonne d'Ercole
Sulla schiuma dei mari
Mai scandagliati
Sotto il corso delle stelle
Mai contate
Ti spingi
Con gli occhi aperti.
Il tuo silenzio
La mia voce
Il tuo stare
Il mio andare
Il tuo tuttofinito
Il mio ancoraqui.

Marie Luise Von Kaschnitz


Dovete vedere in me Uno di due

Nella mia mente vivi tu
Il mio corpo è la tua dimora
Coi miei occhi vedi la primavera
E il rosso castagno ancora.
Sul fiume di ogni giorno
Affiori
Dalla collina mi sovrasti
Con ogni sole.
Ho mani
Dieci dita e piedi agili
Ti avvicini
Non ti afferro.
Dovete vedere in me
Uno di due
E dietro le mie parole
Ascoltare senza respiro
L'altra voce.
Dovete vedere come la mia ferita
Comincia ad avvampare
Quando arriva l'onda
L'odor di conchiglia dei porti
Quando nel bosco di faggi risuona
Il canto di maggio di uccelli invisibili.

Marie Luise Von Kaschnitz


I think of you

In the hush of evening
As shadows steal
across my lonely room
I think of you
I think of you
From afar the music
Of violins comes softly
through the gloom
All I can do
Is think of you
O I can see you standing
there before me
And I can hear you whisper
You adore me
So when dusk is falling
I live again the
loveliness we knew
I think of you
I think of you



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...