La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

martedì 31 gennaio 2012

Il giorno cupo mescola piano, albero, nuvole, secoli di malinconia...

Chi suona il piano sotto la pioggia, nel pomeriggio scuro e deserto? Di quale antica, limpida musica ricevo il ricordo concluso?

La mia vita, in una poltrona giace, davanti alla finestra aperta. Vedo alberi, nuvole — e la lunga rotta del tempo, scoperta.

Fra i miei occhi riposati e le mie riposate orecchie, qualcuno coglie con dita calme rami di suono, scoloriti.

La pioggia si confonde con la musica. Suonano così lontano! Il giorno cupo mescola piano, albero, nuvole, secoli di malinconia...

Cecilia Meireles



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...