La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

lunedì 26 marzo 2012

È uguale che poi tu taccia e che io non risponda

È una pazzia amare, a meno che non si ami da impazzire
Jean Ythier

Quando qualcuno pronuncia quelle parole
tutto si paralizza.
Le faccende più gravi perdono peso, le notizie dormono
nei computer,
le solenni statue
scendono dal piedistallo, giocano a carte
e perdono compostezza.
Qualcosa rimane in sospeso,
forse la vita o qualunque cosa di maggiore importanza.
Quando qualcuno le pronuncia,
tutto comincia a essere uguale.
E fa lo stesso
che la Luna dimentichi di guardarci, che la cena sia fredda,
che Dio non sia al suo posto e che questo
vada a finire male.
È uguale, per capirci, che la pioggia d'aprile
faccia smorfie da ottobre,
che abbiano più di un occhio l'uragano,
il ciclope,
la pernice dei tessuti o il pirata della favola.
È uguale che poi tu taccia
e che io non risponda.

Enrique Gracia Trinidad


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...