La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

lunedì 16 aprile 2012

carità della luce, conforto del cuore

Poteste l’anima mia salvare, o stelle,
se solo in tanto mirarvi io sapessi
riconoscere, se riluce, qual è mia.
Ma non m’aspetto che il vostro fulgore mi sia guida
che rischiari i sentieri
che illumini i passi,
che nella notte lucciola conceda
un respiro d’aurora al cuore ombroso,
un sospiro che ne ravvivi i resti di tristezze antiche
e soffiando il suo alito lieve tra le braci levi
fiamme dolcissime, aroma muschiato tra le ceneri.
Poteste l’anima mia salvare, o stelle,
e redimermi al puro mio mirarvi
e in tutta purezza contemplarvi,
fraternità di albori,
come sempre voi foste
carità della luce, conforto del cuore.

Juan Carlos Friebe


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...