La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

martedì 10 aprile 2012

Come si può stracciare il mare?

È che eravamo scritti nella stessa pagina e quando due sono scritti sulla stessa pagina, c’è poco da dire. Sì, si potrebbe strappare il foglio in pezzi minuti, dividere i nomi, bruciare la carta, ma come si fa? Quante copie ci sono in giro del nostro romanzo? E poi le parole non stanno mai ferme, si muovono come spore, rotolano, si amplificano, diventano tuono, pianeti, mare. Come si può stracciare il mare?

Antonello De Sanctis - Oltre L’Orizzonte


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...