La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

martedì 8 maggio 2012

Ero un mare di cose

Ero un mare di cose
sarei voluta essere altro seme
sgranarmi chicco dalla spiga materna
per farmi pannocchia
ed ho fatto il pane.
Sgranata, ora sono soltanto
lo sgomento del vento
su due occhi di grano in mezzo a un campo
ed un naso e una bocca di cielo
sopra un volto di papavero.
Ero un mare di cose
ora sono soltanto lo sgomento del vento
su due occhi di grano in mezzo a un campo
ed un naso e una bocca di papavero
su di un volto di cielo.

Serena Maffia


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...