La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

mercoledì 23 maggio 2012

Morire nell’alta certezza che questo viver mio non era solo il mio vivere: era il nostro…

Che allegria, vivere e sentirsi vissuto.
Arrendersi alla grande certezza, oscuramente, che un altro essere, fuori
di me, molto lontano mi sta vivendo.
Che esiste un altro essere con cui io guardo il mondo perchè sta
amandomi con i suoi occhi.
Che esiste un’altra voce con cui io dico cose non sospettate dal mio gran
silenzio e che mi ama anche con la sua voce. E quando lei mi parlerà di
un cielo scuro, di un paesaggio bianco, ricorderò stelle che non ho visto,
che lei guardava, e neve che nevicava nel suo cielo. Con la strana
delizia di ricordare di aver toccato ciò che non toccai se non con quelle
mani che non raggiungo con le mie, tanto distanti.
E spogliato di sé potrà il mio corpo riposare, tranquillo, morto ormai.
Morire nell’alta certezza che questo viver mio non era solo il mio
vivere: era il nostro…

Pedro Salinas


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...