La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

venerdì 20 aprile 2012

Una metà della finestra s’è spalancata

Una metà della finestra s’è spalancata.
Una metà dell’anima s’è mostrata.
Su, apriamo anche l’altra metà,
anche l’altra metà della finestra!

Marina Cvetaeva


è solo la mancanza e può affogare

Piove, ma dove appari
non è acqua né atmosfera,
piove perché se non sei
è solo la mancanza
e può affogare.

Eugenio Montale



i nostri cuori splendono nell’oscurità

Eccoci qui distesi, amanti nudi,
belli per noi – ed è quanto basta -
solo di foglie di palpebre coperti,
sprofondati nella notte vasta.

Ma già sanno di noi, già sanno
queste spoglie pareti, queste tende,
ombre sagaci sulle sedie stanno
e il tacere del tavolo è eloquente.

E sanno i bicchieri perché sul fondo
il tè avanzato si raffredda.
Swift ormai non può certo far conto
che questa notte qualcuno lo legga.

E gli uccelli? Non illuderti per niente:
ieri li ho visti scrivere volando
con arroganza e apertamente
quel nome con cui ti sto chiamando.

E gli alberi? Qual è il significato
del loro incessante bisbigliare?
Dici: il vento forse ne è informato.
Ma di noi come ha potuto sapere?

Dalla finestra è entrata una falena,
e con le sue piccole ali pelose
atterra e decolla di gran lena,
fruscia sul nostro capo senza posa.

Forse l’insetto è meglio dotato
di vista acuta e vede più in là?
Io non ho intuito, né tu indovinato
che i nostri cuori splendono nell’oscurità.

Wislawa Szymborska


Dei baci la pazienza è più profondo amore

Dei baci la pazienza
è più profondo amore
dell’ansia e del furore;
ora che per averti
posso aspettarti giorni,
notti e sere,
quel che di te è in me
e di me in te
non ha più limiti,
frontiere.

Giovanni Testori


amore mio che inverno lungo e che brivido attenderti!

Amore mio, nei vapori d’un bar
all’alba, amore mio che inverno
lungo e che brivido attenderti! Qua
dove il marmo nel sangue è gelo, e sa
di rifresco anche l’occhio, ora nell’ermo
rumore oltre la brina io quale tram
odo, che apre e richiude in eterno
le deserte sue porte?… Amore, io ho fermo
il polso: e se il bicchiere entro il fragore
sottile ha un tremito tra i denti, è forse
di tali ruote un’eco. Ma tu, amore,
non dirmi, ora che in vece tua già il sole
sgorga, non dirmi che da quelle porte
qui, col tuo passo, già attendo la morte.

Giorgio Caproni


Sarà ora di chiudere, amore

Sarà ora di chiudere, amore,
che smetta di fare la guardia al cemento
tra piazza Tricolore e via Bellini,
di coprirmi la faccia col giornale
quando ferma la E, di attraversare
obliquo la tua strada, di patire
anche a passarci in treno
in fondo a viale Argonne
vicino alla tua casa.

Elio Pagliarani



anche quando è il dono del mondo che ci unisce

Che rientri da questa terra
per i segreti delle porte
che quasi mi dormi accanto
è scritto nel rumore della pioggia
nel tremito aguzzo delle acque.
Più dentro è il chiodo di non saperti qui
vederti andare come certe domeniche d’inverno
anche quando è il dono del mondo che ci unisce,
il fondo delle cose a crescerci di neve.

Anna Ruotolo




Con un solo bacio. Quel bacio.

Si alzò e venne verso di me. Con la sua andatura aerea. Le mie braccia erano aperte. Dovevo solo stringerla a me. Mi baciò. Le sue labbra erano vellutate, come le rose che avevo inviato quella mattina a Babette, di un rosso scuro più o meno uguale. La sua lingua cercò la mia. Non ci eravamo mai baciati così. Il mondo si stava rimettendo in ordine. Le nostre vite. Tutto quel che avevamo perso, sbagliato, dimenticato, trovava finalmente un senso. Con un solo bacio. Quel bacio.

Jean-Claude Izzo - Casino totale


È bello aver la pelle d’oca, significa che stai vivendo

Ci sono momenti che rimango in silenzio ad ascoltarmi. È in quei momenti che fabbrico i miei pensieri più veri, mentre cammino per le strade, osservando la gente che passa, ascoltando i discorsi, a volte assurdi, di alcune persone o assaporando il sole che mi scalda dentro. 

Amo ridere, giocare. 

Amo le cose belle, le belle storie che dicono qualcosa, mi piace tutto ciò che fa palpitare il cuore. 

È bello aver la pelle d’oca, significa che stai vivendo.

Josè Saramago



un’emozione che la rimette al mondo più viva di prima

Mi piace la gente che quando fa l’amore si parla fortemente coi respiri e se ne dice così tante di parole che qualcuna rimane fra le lenzuola, sporche d’anima e di orgasmi di stelle, fino a contenere, nell’attesa della prossima volta, anche i silenzi e l’infarto di un’emozione che la rimette al mondo più viva di prima.

Masimo Bisotti - La luna blu


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...