La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

venerdì 14 settembre 2012

La grande passione esiste soltanto nel tuo desiderio


No tomes muy en serio
lo que te dice la memoria.
A lo mejor no hubo esa tarde.
Quizá todo fue autoengaño.
La gran pasión
sólo existió en tu deseo.
Quién te dice que no te está contando ficciones
para alargar la prórroga del fin
y sugerir que todo esto
tuvo al menos algún sentido.

*****

Non prendere molto sul serio
ciò che ti dice la memoria.
Forse questa sera non è mai esistita.
Chissà se tutto fu un autoinganno.
La grande passione
esiste soltanto nel tuo desiderio.
Chi ti dice che non ti racconta finzioni
per prolungare il finale
e per suggerire che tutto questo
aveva almeno qualche senso.

José Emilio Pacheco

Traduzione a cura di Susanne Detering


passo dopo passo della lunga camminata tra la grazia data e quella meritata


Grondò
il suo corruccio l’alba,
a giorno fatto
migrò oltre le cime
il tuono, si estinse il temporale,
salì sull’orizzonte il sole
all’assedio delle case,
all’incendio degli erbari,
luce nel controluce
pullularono acqua e fuoco
in un unico barbaglio
le sorgenti, le cascate.
Raggiò, lampada,
il mondo per un istante.
Chi parlò, chi disse?
cosa, per congettura
o preghiera deve apprendere
e far proprio?
ora per ora,
passo dopo passo
della lunga camminata
tra la grazia data e quella meritata.

Mario Luzi


dove tu solo sai, e mi conduci


E adesso vieni, entriamo insieme
in questo inverno,
sarà stagione di abbandoni e reticenze,
guarda: le ombre che credevamo
immaginate,
o risospinte ai margini del bosco,
vòltati: avanzano alle spalle.

Vieni, lascia scorrere il tuo corpo
dal vento acre di resina e di muschio,
lascia la scabra pelle rilevarsi
alle carezze mie, come fossi lei,

quella per cui fiorisce, e sa di cielo,
– dove tu solo sai, e mi conduci –
il fioco fiore giallo d’elicriso.

Donata Berra


Querce nel sole d’autunno!


Qui sono al sicuro, qui ci sono querce intorno ai muri,
qui scintilla lo stretto tra monti corrosi dal mare.
Se me ne sto in piedi alla finestra
le querce immense hanno
una profonda tonalità oleosa
come un dipinto antico,
sul cielo di smalto azzurro
nubi ritardatarie
si rincorrono dal mare.

Querce nel sole d’autunno!
Terra azzurra, terra di monti, terra di mare
ed ere alle mie spalle
in una festa di colori
e ardore.

Oggi ci sono freddo e fiocchi di neve nell’aria,
i rami nudi si protendono come artigli
verso il caldo e l’ultimo ozono.
Mi inoltro nella terra azzurra
sotto le foglie che cadono.
E un giorno sarà spoglio Yggdrasil.

Olav H. Hauge


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...