La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

giovedì 22 novembre 2012

datemi qualcuno che mi ascolti, ché di parole straripo


O datemi qualcuno che mi ascolti,
ché di parole straripo... qualcuno
che mi prenda per mano e dei sepolti
dei fatti polvere e niente al raduno
mi porti... di occhi ho paura... di volti...
Non mi restava ormai niente e nessuno,
e come sanguinando intorno intorno
pesantemente in me cadeva il giorno.

Patrizia Valduga


Lentamente e fino in fondo


Come vorrei essere stretta tra le sue braccia, - pensò Aomame. Essere sfiorata da quelle grandi mani. Sentire il suo calore in ogni parte di me. Essere accarezzata in tutto il corpo.
Vorrei che mi scaldasse. Che sciogliesse questo gelo che sento dentro. E poi che mi penetrasse, rimescolandomi con forza. Come si mescola la cioccolata calda con il cucchiaino. 
Lentamente e fino in fondo.
Se lo facesse, 
potrei anche morire all’istante.
Davvero.


Haruki Murakami - 1Q84




Dunque al principio fu il Caos


Dunque al principio fu il Caos, e poi Gaia dall'ampio respiro, sede incrollabile di tutti gli immortali che abitano la sommità del nevoso Olimpo, e il Tartaro tenebroso nelle profondità della grande Terra, e poi Amore, il più bello degli immortali, che irrora del suo languore sia gli dei che gli uomini, ammansisce i cuori e trionfa dei più prudenti propositi. Dal Caos nacquero Erebo e la tenebrosa Notte. Dalla Notte Etere e il Giorno nacquero, frutti dell'amore con Erebo. A sua volta Gaia partorirà il suo simile in grandezza, il Cielo stellato che dovrà ricoprirla con la sua volta stellata e servire da dimora eterna per gli dei beati. Dopo essa genera le alte montagne, rifugio delle divine ninfe nascoste nelle loro felici valli. Senza l'aiuto di Amore , essa genera il Mare dal seno sterile, dalle agitate onde furiose.

Esiodo - Teogonia



scintilla il tempo e il sogno è conoscenza


Che puro gioco di lampi sottili
consuma ogni diamante
d'impalpabile schiuma,
e quanta pace che sia nata sembra;
quando sopra l'abisso un sole posa,
opere schiette d'una causa eterna,
scintilla il tempo e il sogno è conoscenza.

Paul Valéry


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...