La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori.
Alda Merini

martedì 15 gennaio 2013

ma che freddo fa

D'inverno il sole stanco 
a letto presto se ne va 
non ce la fa più 
non ce la fa più 
la notte adesso scende 
con le sue mani fredde su di me 
ma che freddo fa 
ma che freddo fa 
basterebbe una carezza 
per un cuore di ragazza 
forse allora sì - che t'amerei. 
Mi sento una farfalla 
che sui fiori non vola più 
che non vola più 
che non vola più 
mi son bruciata al fuoco 
del tuo grande amore 
che s'è spento già 
ma che freddo fa 
ma che freddo fa 
tu ragazzo m'hai delusa 
hai rubato dal mio viso 
quel sorriso che non tornerà. 
Cos'è la vita 
senza l'amore 
è solo un albero 
che foglie non ha più 
e s'alza il vento 
un vento freddo 
come le foglie 
le speranze butta giù 
ma questa vita cos'è 
se manchi tu. 
Non mi ami più 
che freddo fa 
cos'è la vita 
se manchi tu 
non mi ami più 
che freddo fa



dove tutti i rumori hanno la cadenza degli addii

Riconosco in te esseri misteriosi,
viaggiatori dalle mete segrete
incontrati un tempo nella bruma delle stazioni
dove tutti i rumori hanno la cadenza degli addii.

Oscar Wladyslaw Miloz


anziché l’odore della stampa, sento l’odore della salvia

Siedo al ristorante, ho terminato il pranzo, vedo il mare.
Mi nascondo col giornale, lo sollevo in alto:
non mi sento bene davanti a questo grande occhio.
Mi volto dall’altra parte, mi agito, mi rannicchio,
ma il mare è sempre davanti a me, fuoriesce dalla stampa
inonda la carta del giornale, sommerge le fotografie;
anziché l’odore della stampa, sento l’odore della salvia.

Antun Soljan


e ci ritroviamo in questo incontro finale tra le risaie allagate

Tu sei orizzontale.
Io sono verticale.
Tra di noi
dividiamo gli astri
e le quattro direzioni.
Veniamo dal posto in cui si diviene,
passiamo di qui,
e ci ritroviamo
in questo incontro finale
tra le risaie allagate.

Lin Ling


Perché non vieni mai svegliato durante la notte da una voce al telefono che ti dice: ‘non ti ho mai dimenticato’?


‎"Ma perché non funziona tutto come nei film? Perché gli estranei in metropolitana, invece che limitarsi a guardarti, non attaccano bottone dicendoti che hai un sorriso bellissimo? Perché dopo trent’anni, in un café del centro, non rincontri mai la persona per cui hai lottato? Perché le madri fanno fatica a capire i propri figli e i padri ad accettarli? Perché la frase giusta arriva sempre durante il momento sbagliato? Perché non ti capita mai di correre sotto la pioggia, di arrivare davanti al portone di qualcuno, farlo scendere, scusarti e iniziare a parlare a vanvera per poi trovarti labbra a labbra e sentirti dire: ‘non importa, l’importante è che sei qui’? Perché non vieni mai svegliato durante la notte da una voce al telefono che ti dice: ‘non ti ho mai dimenticato’? Se fossimo più coraggiosi, più irrazionali, più combattivi, più estrosi, più sicuri e se fossimo meno orgogliosi, meno vergognosi, meno fragili, sono sicura che non dovremmo pagare nessun biglietto del cinema per vedere persone che fanno e dicono ciò che non abbiamo il coraggio di esternare, per vedere persone che amano come noi non riusciamo, per vedere persone che ci rappresentano, per vedere persone che, fingendo, riescono ad essere più sincere di noi."


David Grossman - Qualcuno con cui correre



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...